STUDIO DI CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE BEEMHONEY CONSULTING

Il consulente finanziario indipendente è un professionista privo di qualsiasi vincolo con Istituti bancari e finanziari che pone al Tuo servizio le Sue competenze, capacità ed esperienza nel settore bancario e finanziario, assicurativo e previdenziale, svolgendo il ruolo di intermediario finanziario senza conflitto di interesse.

Appuntamenti

L'Aperitivo del Buon Investitore a Roma

07.04.2016

Dopo un inizio anno particolarmente negativo e con tante incognite che pesano sui mercati, arriva ...

Dicono di noi

BREXIT

01.09.2016

Il Dr. Fabio Perna intervistato nella rubrica dedicata alla economia e alla finanza della ri ...

Divisione Perizie

La Divisione Perizie Beemhoney Consulting supporta Privati e Aziende nella verifica del rispetto degli accordi contrattuali nelle diverse tipologie di contratti bancari nonché nell’analisi di eventuali errori di somme impropriamente addebitate.

Gli elementi principali di osservazione riguardano i contratti di conto corrente e i contratti di finanziamento, unitamente al tema dell’usura nei contratti di finanziamento.

Qui di seguito tracciamo gli elementi di conoscenza delle analisi svolte dallo Studio di Consulenza Beemhoney Consulting che sono chiaramente rapportate nel lavoro quotidiano per ciascuna casistica. Consigliamo di fissare un appuntamento presso la nostra sede per analizzare e personalizzare ogni singolo intervento.

CONTI CORRENTI

L’analisi consente di verificare eventuali elementi contestabili alla Banca quali:

  • Interessi usurari, attraverso il calcolo del TEG (Tasso Effettivo Globale) secondo quanto previsto dalla Legge 108/1996 (Disposizioni in materia di usura).
  • Interessi ultra-legali, interessi richiesti dalla Banca al correntista a tasso superiore a quello legale pro tempore vigente. Ai sensi dell’art. 1284, 3° comma cod. civ. “gli interessi superiori alla misura legale devono essere determinati per iscritto, altrimenti sono dovuti nella misura legale”.
  • Commissioni di massimo scoperto (CMS), secondo una consolidata Giurisprudenza della Cassazione può esserne richiesto il rimborso alla banca (concorrono al calcolo del TEG ai fini dell’usura).
  • Anatocismo (applicazione di interessi sugli interessi già previsti). L'anatocismo crea un ingiustificato costo per il cliente che può essere contestato con successo, in base ad una consolidata Giurisprudenza della Cassazione.
  • Divergenze tra date valuta e date operazione all'interno degli estratti conto. Tale divergenza crea un ingiustificato aggravio di costi che, qualora provato da una perizia, può essere contestato alla Banca.

MUTUI E LEASING 

Nelle varie forme di finanziamento si possono riscontrare alcune criticità legate all’applicazione dei tassi parametro, in particolare potrebbe accadere che la Banca:

  • Determini un tasso base incongruente con la modalità di rilevazione del tasso parametro.
  • Stabilisca ad ogni rilevazione un tasso diverso e generalmente più alto rispetto a quello stabilito contrattualmente.
  • Inserisca nel contratto una soglia floor (tasso minimo) per la quale il cliente non beneficia più dell’abbassamento dei tassi non compensata da una riduzione dello spread applicato.
  • Applichi contrattualmente un arrotondamento al quarto di punto superiore.


USURA NEI CONTRATTI DI FINANZIAMENTO

Nei contratti di finanziamento, compresi i mutui e leasing, potrebbe verificarsi l’applicazione di tassi di interesse usurari, ossia superiori alle soglie stabilite trimestralmente dal MEF e pubblicate dalla Banca d’Italia. 
L’usura può essere:

  1. Preventiva: quando il tasso leasing (+ Mora) determinato alla data di sottoscrizione risulta superiore al tasso soglia vigente in quel periodo (Sentenza Cassazione n. 350/2013).
  2. Sopravvenuta: quando il tasso di riferimento aumenta in maniera più che proporzionale rispetto all’adeguamento del tasso soglia

La presenza di tassi usurari, qualora venga accertata in sede giudiziaria, comporta l’obbligo per la banca concedente di:

  1. Restituire al cliente tutti gli interessi già pagati dall’inizio del contratto di Mutuo o Leasing.
  2. Non addebitare ulteriori interessi a carico del cliente fino all’estinzione del Mutuo o Leasing.

Queste le fasi dell’attività dello studio:

1 - PRE-ANALISI

Si valuta se il risultato finale della perizia potrà dare un riscontro positivo per il cliente. 
In caso contrario, viene comunicata la non convenienza economica dell'operazione.

2 - PERIZIA TECNICA

La perizia redatta evidenzia il potenziale importo recuperabile, suddiviso analiticamente per singole voci, che verrà richiesto alla Banca. Tale documento servirà per andare ad affrontare la trattativa.

3 - TRATTATIVA DIRETTA CON LA BANCA E MEDIAZIONE

Si interagisce con l'Istituto Bancario e si affronta la trattativa sulle voci evidenziate dalla perizia.
In caso di esito negativo, è possibile comunque ricercare un accordo amichevole con l'intervento di un mediatore professionale tramite un Organismo di Mediazione.

4 - EVENTUALE AVVIO DEL CONTENZIOSO

Qualora con gli interventi precedenti non si ottenesse il risultato atteso, il cliente potrà decidere di procedere con una azione legale verso l'istituto bancario con l'assistenza di un legale con cui Beemhoney Consulting fornirà tutti gli elementi emersi nella fase peritale.

 

 

 






Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni

Our website is protected by DMC Firewall!